I edizione - 2017

Bando

Corso di alta formazione sulla protezione dei dati personali per Responsabile della protezione dei dati (DPO)

I EDIZIONE
2017

 

Il Consiglio Nazionale Forense ed il Consiglio Nazionale Ingegneri

  • Visto l’art. 33, comma 5 della Costituzione, volto a disciplinare l’accesso alle professioni regolamentate;
  • Visto l’art. 15 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, che tutela la libertà professionale;
  • Visto l’art. 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241, che prevede la possibilità per le pubbliche amministrazioni di concludere tra loro accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune;
  • Visto il Regolamento UE n. 679/2016 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016 (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, indicato anche con l’acronimo GDPR), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (Direttiva relativa alla tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati);
  • Considerato che il CNF promuove studi e ricerche nel campo del diritto, curando l’informazione sulla propria attività e sugli argomenti di interesse per l’Avvocatura, promuovendo l’organizzazione di conferenze, seminari, convegni, manifestazioni ed eventi formativi, al fine di curare l’aggiornamento e la preparazione dei professionisti e tutelare l’affidamento della collettività e della clientela;
  • Considerato che il CNI ha come fine, tra l’altro, la promozione e lo sviluppo della formazione degli ingegneri al fine di accrescerne la presenza fattiva nella società in cui operano, riguardanti le molteplici attività oggetto della professione di ingegnere;
  • Considerato che il Consiglio Nazionale Forense ed il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNF-CNI) hanno sottoscritto un Protocollo di intesa per perseguire obiettivi comuni, siglato in data 28 aprile 2017;
  • Visti in particolare gli artt. 1, 5, 8 e l’allegato A del Protocollo di intesa CNF-CNI;
  • Vista la concessione di patrocinio gratuito ed utilizzo del logo del Garante per la protezione dei dati personali (GDP.Ufficio.protocollo. U.0019886.01-06-2017.h.16:25)

* * *

DECRETANO

  • È istituito, per l’anno 2017, presso il Consiglio Nazionale Forense, il Corso di Alta formazione sulla protezione dei dati personali per la formazione della nuova figura professionale del Responsabile della Protezione dei Dati (Data Protection Officer – DPO), prevista dal Regolamento UE 2016/679 (del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE), I edizione.
  • Sono nominati coordinatori del Corso l’Avv. Carla Secchieri e l’Ing. Luca Scappini.
  • È emanato il bando di concorso per l’ammissione al Corso, come di seguito indicato:

* * *

Art. 1 – Finalità del Corso

 

Il Corso di formazione si propone di formare un profilo specialistico di “Responsabile della protezione dei dati – Data Protection Officer, DPO”, ai sensi del Regolamento UE 2016/679, figura di riferimento in materia di protezione dei dati personali per tutti gli Enti Pubblici e le Pubbliche Amministrazioni (centrali e locali), e, nel settore privato, per tutti gli ambiti – come quello sanitario in cui sono poste in essere attività di profilazione su larga scala.

Il carattere specialistico del Corso è volto a formare una figura altamente qualificata di Responsabile della Protezione dei Dati (DPO) sotto il profilo teorico-metodologico e sotto il profilo applicativo, in materia di diritto alla protezione dei dati personali e ICT (Information and Communication Technologies – Tecnologie della informazione e della comunicazione) con particolare riferimento sia al contesto normativo e delle tecnologie nazionali, sia rispetto al contesto normativo e tecnologico comunitario ed internazionale.

All’esito positivo della verifica finale del Corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione ed idoneità secondo i canoni CNF-CNI.

* * *

Art. 2 – Articolazione del Corso

Il Corso si articola in moduli da 4 ore ciascuno e per la durata complessiva di almeno 80 ore  (in circa 20 giorni, con preferenza per i venerdì pomeriggio ed i sabato mattina consecutivi) di cui almeno 65 di lezioni teoriche frontali (con organizzazione modulare) completate da prove pratiche, simulazioni o esercitazioni. Il Comitato Scientifico si riserva di garantire la condivisione delle ore di docenza tra giuristi ed ingegneri, così che possano essere tenute lezioni collaborative che approfondiscano ogni peculiarità tecnica o giuridica delle medesime materie o fattispecie. Compatibilmente con le esigenze del Corso, il Comitato Scientifico si riserva altresì di approvare cicli seminariali collegati per tematiche specifiche o approfondimenti alla materia.

Il Corso avrà inizio entro la prima metà del mese di dicembre 2017 e, comunque, in data compatibile con le insindacabili esigenze organizzative degli Enti promotori.

Coloro che, alla data del 20 novembre risulteranno iscritti, saranno informati dell’inizio delle attività tramite gli indirizzi PEC ed e-mail, indicato/i nelle domande di ammissione.

* * *

Articolo 3 – Contenuti del Corso

L’attività didattica del Corso è strutturata in almeno 19 moduli didattici per la cui definizione si rimanda programma di dettaglio pubblicato sul sito www.corsodpo.it.

Durante il Corso, il Comitato Scientifico, compatibilmente con esigenze di carattere didattico e/o organizzativo, si riserva modifiche al programma che non ne mutino la sostanza dei moduli, nonché sostituzioni dei docenti.

* * *

Articolo 4 – Destinatari del Corso

Il Corso è destinato ad un numero massimo di 80 partecipanti che presentino i requisiti di cui al successivo articolo 7. Il Corso verrà attivato al raggiungimento minimo di un numero di 60 iscritti.

Sono riservati 40 posti per gli Ingegneri e 40 posti per gli Avvocati, il cui accesso sarà subordinato alla priorità di presentazione della domanda.

All’eventuale mancato completamento delle iscrizioni per i posti riservati ad una categoria professionale potranno attingere i richiedenti iscrizione che risultano in esubero, secondo la graduatoria temporale, dell’altra.

* * *

Articolo 5 – Costi del Corso

Il Corso è organizzato dal Consiglio Nazionale Forense e dal Consiglio Nazionale Ingegneri. A titolo di contributo, è richiesta una quota di iscrizione omnicomprensiva – pena l’esclusione dal Corso stesso – pari a € 800,00 (ottocento/00).

Le modalità per regolarizzare la quota di contribuzione saranno comunicate con la eventuale PEC di comunicazione di avvenuta ammissione al Corso.

* * *

Articolo 6 – Sede del Corso

Il Corso si svolge presso la sede del Consiglio Nazionale Forense, Via del Governo Vecchio, 3 – Roma. Le lezioni potranno tenersi presso sedi diverse che saranno comunicate ai discenti in anticipo.

* * *

Articolo 7 – Requisiti e professionalità richieste

 Sono ammessi a partecipare alla selezione i soggetti che risultino in possesso dei seguenti requisiti:

  • risultare iscritti regolarmente all’Albo degli Avvocati o all’Albo degli Ingegneri al momento della presentazione della domanda di iscrizione al Corso;
  • essere in regola con gli obblighi di formazione continua previsti, per gli iscritti all’Albo degli Ingegneri, dal Regolamento per l’aggiornamento della competenza professionale, adottato dal CNI in attuazione dell’art. 7 del DPR 7 agosto 2012, n.137 – e per gli iscritti all’Albo degli Avvocati, dal Regolamento CNF n.6/2014;
  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso;
  • l’assenza di sanzioni disciplinari definitive superiori all’avvertimento irrogate nei cinque anni precedenti la domanda con provvedimento definitivo.

* * *

Articolo 8 – Domanda di iscrizione

            Qualsiasi variazione o difformità rispetto le specifiche di cui al presente articolo comporteranno l’insindacabile esclusione dalla graduatoria di iscrizione.

Le domande di iscrizione devono essere redatte esclusivamente con modalità telematica attraverso la piattaforma on-line disponibile presso questo indirizzo URL:  https://www.corsodpo.it/programma/

l’estratto della domanda prodotto dalla piattaforma in formato PDF, dovrà essere firmato digitalmente dai candidati, oppure stampato, sottoscritto manualmente e scansionato salvandolo in formato pdf.

La domanda va quindi allegata alla comunicazione di posta elettronica certificata indirizzata alla casella di posta elettronica certificata: corso@pec.corsodpo.it

Nell’oggetto della PEC dovrà essere indicata chiaramente la dicitura: Domanda per la partecipazione al “Corso di alta formazione sulla protezione dei dati personali per Responsabile della protezione dei dati (DPO)”.

Non è ammessa alcun’altra modalità di presentazione della domanda di iscrizione e la stessa deve pervenire entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 20 novembre 2017. Farà fede la data della ricevuta di consegna rilasciata dal gestore di posta elettronica certificata del dominio pec.corsodpo.it

Nella domanda il candidato deve dichiarare sotto la propria responsabilità̀, ai sensi del DPR 445/2000:

  1. cognome e nome;
  2. codice fiscale;
  3. luogo e data di nascita;
  4. il Comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  5. di essere regolarmente iscritto ad uno degli albi professionali previsti;
  6. di possedere la cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  7. di godere dei diritti civili e politici;
  8. di non avere riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali in corso;
  9. l’assenza di sanzioni disciplinari definitive superiori all’avvertimento irrogate nei cinque anni precedenti la domanda con provvedimento definitivo.

Il candidato è tenuto, altresì, ad indicare il recapito di posta elettronica certificata presso il quale desidera che vengano effettuate eventuali comunicazioni relative alla procedura ed allo svolgimento del corso, ad impegnarsi a segnalare tempestivamente le variazioni che dovessero intervenire successivamente.

Gli Enti organizzatori del Corso non assumono responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicata nella domanda, per eventuali disguidi informatici o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o di forza maggiore.

SELEZIONE

Nel caso in cui il numero di domande sia superiore ai posti disponibili si farà esclusivo riferimento al criterio temporale di priorità di recapito della domanda nella casella di posta elettronica certificata descritta al precedente articolo 8.

Saranno prese in considerazione solo le domande correttamente compilate e complete in ogni loro aspetto nonché rispettose delle modalità di presentazione di cui al presente avviso. La domanda deve essere firmata dal candidato a pena di esclusione.

A mezzo PEC verrà comunicata l’avvenuta ammissione e verrà richiesto di regolarizzare il pagamento di cui al precedente art. 5. Il mancato pagamento della quota prevista entro 10 giorni dalla comunicazione di avvenuta ammissione equivale a rinunzia e dà diritto allo scorrimento della graduatoria per le iscrizioni.

L’elenco degli ammessi al Corso DPO potrà essere consultabile all’indirizzo web www.corsodpo.it, tramite accesso riservato agli iscritti. Ai sensi dell’art. 1 del D.Lgs. 30 giugno 2003, n.196, gli enti promotori garantiscono che il trattamento dei dati personali si svolge nel pieno rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dei candidati, con particolare riferimento alla riservatezza dell’identità personale e al diritto alla protezione dei dati stessi. In particolare, tutti i dati personali forniti dai candidati saranno trattati esclusivamente per le finalità connesse e strumentali al presente avviso ed all’eventuale gestione del rapporto con gli Ente e Fondazioni collegate.

I candidati hanno diritto di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché opporsi per motivi legittimi al loro trattamento.

I responsabili, ai sensi degli artt. 4, 5 e 6 della L. 07/08/1990, n.241 e ss.mm.ii., di ogni adempimento inerente al presente procedimento concorsuale sono i coordinatori del corso. Con recapito presso la sede della Fondazione Italiana per l’Innovazione Forense, via del Governo Vecchio, 3 00186 Roma (RM).

* * *

Articolo 9 – Frequenza e attestazione finale

La frequenza delle lezioni è obbligatoria. Le assenze dei corsisti, sebbene giustificate, non potranno superare il 10% (dieci per cento) delle lezioni.

In casi documentati ed eccezionali, i Coordinatori, ad insindacabile giudizio, potranno autorizzare il superamento di tale soglia, ovvero prevedere forme di frequentazione integrative.

La Segreteria provvederà a comunicare agli allievi data e ora dell’esame finale, le cui modalità di svolgimento saranno comunicate durante il Corso.

Ai corsisti che avranno frequentato con profitto e superato l’esame finale:

  • sarà rilasciato un attestato di partecipazione che certifichi la frequenza e il numero delle ore. Esso potrà essere fatto valere per gli usi consentiti dalla legge;
  • gli iscritti all’Albo professionale degli Ingegneri otterranno un numero di crediti formativi pari a 1 credito per ora per un totale di 80;
  • gli iscritti all’Albo degli Avvocati otterranno un numero di crediti formativi complessivi pari a 20.

_____________________________